Passeggia tra arte e colori osservando i murales di Passoscuro


C’erano una volta, in un piccolo ma affascinante borgo marinaro, dei muri magici, pieni di colori ed emozioni…
Potrebbe iniziare cosi il racconto sugli affascinanti murales di Passoscuro, piccole ma preziose opere d’arte che colorano e abbelliscono l’intero borgo marinaro di Passoscuro: passeggiando tra le strette vie del borgo infatti, potrete incontrare queste opere d’arte che raccontano, tra foto, murales e pitture parietali, l’anima e il carattere di questa terra, racchiusa tra il verde della natura e l’azzurro del mare ed il cielo.

Il motore di tutto è stato Valentina Fabi. O meglio, la “professoressa Fabi”, perché Valentina nella vita ha insegnato educazione artistica alle scuole medie in diversi istituti di Roma. Nata in provincia di Frosinone, questa energica artista da 13 anni vive la maggior parte dell’anno a Passoscuro, tornando nella Capitale solo per pochi mesi in pieno inverno. Da quando è andata in pensione, anziché riposare, ha dato libero sfogo al suo estro creativo con esposizioni e mostre, ma ultimamente è arrivata per lei  una inattesa popolarità per aver realizzato tanti coloratissimi murales sul lungomare di Passoscuro.
La nostra idea – racconta entusiasta Valentina – ha preso le mosse per la precisa volontà di abbellire il nostro piccolo paese e, perché no, contrastare in qualche modo il vandalismo. Facendo affidamento sulle mie capacità artistiche e quelle di altri volontari, ho iniziato quasi per scherzo questa opera di riqualificazione del lungomare e pian piano sta prendendo forma un progetto più ampio. Infatti, nonostante abbiamo già completato circa 11 murales, siamo solo all’inizio: l’idea è quella di fare di Passoscuro un vero e proprio museo a cielo aperto”.
Parla al plurale Valentina, perché in questa avventura sono coinvolte anche altre persone: anzitutto Thomas Spielmann, artista svizzero, e Felice Del Brocco, fotografo che con lei guidano l’associazione “L’isola delle correnti” a scopo artistico-culturale.
Ma hanno contribuito alla realizzazione dei murales anche Rosaria Ferreri, una collaboratrice di vecchia data, e Daniela Troiani, attivista del Comitato Rifiuti Zero Passoscuro R-esiste; tuttavia la lista degli “artisti del lungomare di Passoscuro” è destinata ad allungarsi, visto che nel mese di agosto è previsto l’arrivo di una task force che contribuirà a dare un’impronta completamente diversa al decoro urbano locale. (fonte: QFiumicino)

Il nostro consiglio è di fare una passeggiata per il borgo, osservare questi splendidi murales e fermarvi su uno dei locali o degli stabilimenti per un pranzo o una pausa caffè, quindi fare una passeggiata su una delle spiagge di Passoscuro, a piedi nudi, senza fretta, con calma, assaporando la spiaggia, il vento ed il mare.

Una giornata all’insegna dell’arte, la fantasia e la natura! 🙂