La natura è uno degli elementi preponderanti di questo territorio, c’è l’imbarazzo della scelta: parchi, oasi naturali, spiagge, fattorie didattiche, SPA, resort, agriturismi, birdwatching.
All within walking distance of home.

Park free iconParks

Con i suoi parchi pubblici, presenti in ogni località del territorio, Fiumicino è una città attenta al verde pubblico.

VILLA GUGLIELMI

Il suo parco più grande, Villa Guglielmi, è circondato da un parco di 10 ettari, e ospita al suo interno la caratteristica villa settecentesca che da il nome al parco.
The Villa was a country residence belonging to the families of the Primoli and the Giraud, but many families were owners in the following centuries.
Today Villa Guglielmi is also known for its sport and jogging paths, a green and quiet oasis for those who love to take long walks in nature, among trees, meadows and canals, but also for those who love to do outdoor sports with its equipped paths.

A lovely pond, wooden bridges and a children's play area frame this green oasis in the heart of Fiumicino. If you visit Fiumicino you cannot miss it.

PARCO CETORELLI

Ma non è il solo parco presente in città.
Un altro bel parco è quello denominato Parco Cetorelli, in prossimità dello stadio Cetorelli.
Si tratta di un parco pubblico con giochi, alberi, prati e aree verdi. Con un piccolo bar al suo interno.
E’ un parco gradevole, adatto ai più piccoli.

E’ curato, amato e valorizzato dai volontari del Cetorelli Park Committee.

PARCO SIMONE COSTA

Un altro parco molto carino e ben manutenuto è il parco Simone Costa curato, amato e valorizzato dall’associazione WeLoveSimone in ricordo di Simone.

E’ un piccolo parco che si trova a Fiumicino, davvero ben tenuto con giochi per bambini, panchine, verde e una bella fontana al centro. Un esempio di gestione mista pubblico-privato per il bene della comunità.

Complimenti ai volontari dell’associazione WeLoveSimone! 🙂

PARCO FEDERICO FELLINI

Un altro grande parco, bello e suggestivo, è il parco Federico Fellini a Fregene che ospita la pineta monumentale della cittadina costiera.

Con una estensione di quasi 15 ettari è un enorme polmone verde all’interno del comune, ma non solo, riveste un ruolo storico e culturale importante.

In 1666 Pope Clement IX decided to put in place the pine forest of the swampy ground to make healthy Fregene, Lazio.
For this reason planted in the territory where the pine forest, hundreds of marine pines, so they could dry up, at least in part, the swamp and the campaign to protect crops from sea winds.

Over the centuries the pinewood became so impressive that on 20 August 1920 the Italian Government declared, by Royal Decree of King Victor Emmanuel III, "national monument". For this reason, even today, is called pine forest.

Fregene pinewood was chosen as a film set by Federico Fellini to turn one of the most famous scenes in movie history in the film "the white Sheik" and clung to the late master who in 2009 was dedicated to him becoming "Park Federico Fellini ".

Rimaniamo a Fregene e continuiamo il nostro percorso alla ricerca dei parchi di Fiumicino.
Un altro parco suggestivo è il Parco Avventura!

PARCO AVVENTURA

Qui come moderni Indiana Jones potremo cimentarci nello scalare alberi, esplorare foreste incantate, avventurarsi tra chiome del bosco, camminare su fili sospesi per aria, lasciarsi andare ad avventure mozzafiato in mezzo alla natura!

Il parco Avventura si trova in via della Veneziana a Fregene ed è aperto tutti i giorni dalle 10 fino al tramonto.

Per info e prezzi vi consigliamo di visitare la loro pagina, http://www.parcoavventurafregene.it/info-prezzi/

LA LECCETA DI FREGENE

Rimanendo sempre a Fregene possiamo ammirare la sua splendida Lecceta, dal 2017 armonizzata, protetta e valorizzata dal comune.

Tra la pineta monumental di Fregene e l’Oasi WWF di Macchiagrande si estende un’area di grande valore naturalistico: la lecceta di Fregene.

La lecceta di Fregene, 20 ettari di verde, è un grande parco naturale, precluso alle auto e destinato esclusivamente al passaggio ciclopedonale. Le staccionate in legno delimitano l’area. Trova così compimento il progetto contenuto nella delibera approvata nel maggio 2017 per promuovere iniziative rivolte alla mobilità sostenibile e al rispetto dell’ambiente. (fonte: https://www.riservalitoraleromano.it/venue/lecceta-di-fregene/)

Ed è un luogo davvero magico, dove si possono incontrare perfino dei Daini 🙂

PARCO FLUVIALE DEL TEVERE (FIUMICINO-PARCO LEONARDO)

Un altro parco molto suggestivo è il parco fluviale che collega Fiumicino a Parco Leonardo tramite la sua ciclabile.
E’ un parco lungo più di 3 km che parte dal parco archeologico dei Porti Imperiali fino ad arrivare alla prima rotonda di Parco Leonardo.

Una breve panoramica del percorso in questo video (è un vecchio video, ora la pista ha dei bei ponti e nuove infrastrutture!)

E’ un percorso semplice e adatto alle famiglie ed ai bambini, ricco di curiosità e storia, completamente immerso nella natura, tra il giallo dei campi, il verde degli alberi e l’azzurro del cielo, accompagnati in tutto il percorso dal fiume Tevere.

Il percorso si snoda in 5 tappe: l’Episcopio di Porto, la chiusa dell’Episcopio, la campagna e l’Oasi di Porto, il fiume Tevere e la stazione idrografica, la stele in ricordo dei Garibaldini.

Abbiamo raccontato fin qui solo dei parchi più grandi ma nell’intero territorio di Fiumicino ci sono svariati piccoli parchi a macchia di leopardo su tutto il territorio comunale.

E non è un caso: nei palazzi di nuova costruzione vengono realizzati dei piccoli punti verde o parchi di interesse locale adiacenti al palazzo, che devono sottostare ad alcune regole, come quello dell’accessibilità o della realizzazione di giochi per bambini. Sono parchi pubblici ma gestiti dal costruttore.
In questo modo si cerca di creare piccoli parchi usufruibili dalla comunità.

Landscape free iconOASI NATURALISTICHE

Fiumicino è un territorio con una varietà geografica e naturalistica davvero eccezionale, si va dalla costa lunga ben 30 km fino ad arrivare alle dolci colline del suo entroterra, senza dimenticare i boschi, le pinete, le leccete, i fiumi, le vaste campagne. Un territorio davvero verde.

But not only.
Grazie alla sua storia, antica e importante, ospita alcune oasi e parchi archeologico-naturalistici davvero importanti.

Iniziamo con il parco archeologico dei porti imperiali di Claudio e Traiano, uno dei tesori di Fiumicino.

PARCO ARCHEOLOGICO DI CLAUDIO E TRAIANO

Il parco archeologico dei porti imperiali di Claudio e Traiano è un parco sia archeologico che naturalistico, esteso quasi 32 ettari,, raggiungibile tramite la via portuense in auto, a piedi o con la bici percorrendo la pista ciclabile che da Fiumicino collega a Parco Leonardo o prendendo da Piazza C.A. Dalla Chiesa (fermata comune) la linea bus 9 (direzione Fiera di Roma) scendendo alla fermata “Cimitero di Porto” per poi fare una piccola passeggiata nel verde fino al parco.

Ospita il più grande porto dell’antichità fatto costruire prima dall’imperatore Claudio e poi successivamente ampliato da Traiano che lo trasformo in uno dei luoghi strategicamente più importanti dell’impero: qui infatti venivano custodire le derrate proveniente dai 4 angoli dell’impero che servivano a sfamare la popolazione di Roma che a quel tempo era di circa 1.2 milioni – 1.7 milioni di abitanti. E’ un luogo magico, silenzioso, ricco di storia e suggestione ma anche un luogo ricco di natura e biodiversità.

Le specie presenti sono di tipo comune, specie ben adattabili al clima ed al substrato del luogo, in grado di svolgere compiti ben precisi, ad esempio la tamarix gallica come diaframma di protezione dai venti marini o l’Eucalyptus globulus adatte ad assorbire l’acqua in eccesso nel terreno; il Pinus pinea che, sebbene introdotto sul litorale dall’uomo alla fine del 1600, nelle aree più propriamente con vocazione naturale a macchia mediterranea, era ampiamente diffuso e utilizzato nel territorio nazionale (fonte: https://rodin.uca.es/xmlui/bitstream/10498/20293/1/14-STRANO-OK.pdf)

OASI DI PORTO

Proprio accanto al parco archeologico, dove 2000 anni sorgeva l’antico porto di Traiano, troviamo l’Oasi di Porto, un’oasi storico naturalistica davvero suggestiva.

L’Oasi si estende intorno al lago di Traiano. Il bacino, di perfetta forma esagonale, di 33 ettari, rappresenta oltre che un’opera d’eccezionale valore storico, un fondamentale punto di sosta privilegiato per gli uccelli migratori acquatici nelle loro lunghe trasvolate tra le regioni mediterranee e quelle nord europee ove avviene la nidificazione e viceversa.

During the journey out of wagons pulled by teams of horses, from campaign through an area, where you can observe deer in their natural habitat.
The first stop is done to "casina, duck", overlooking the Lake, where it is included into the ticket, you can enjoy refreshments with a break for coffee or tea. Adjacent to the casina of the ducks, are clustered in a small garden, flowering shrubs, which by their very nature tend to attract different species of butterflies.
La seconda sosta viene effettuata presso un capanno di osservazione, mimetizzato con la natura circostante, dal quale è possibile osservare il lago ed uno stagno che favorisce la presenza degli uccelli migratori, ed in particolare dei trampolieri, numerose specie d’anatre, degli svassi, dei cormorani, degli aironi cinerini, dei cavalieri d’italia e delle rondini di mare.

OASI DI MACCHIAGRANDE

Spostandoci più a nord ecco che arriviamo alla splendida Oasi WWF di Macchiagrande a Fregene.


L’area di 280 ettari, ricade all’interno della Riserva naturale statale Litorale Romano, ed è uno dei siti più significativi per la tutela e la conservazione dell’ambiente costiero. Al suo interno si susseguono la macchia mediterranea retrodunale e un bosco mediterraneo tra i più belli e conservati del litorale laziale dove predomina il leccio. Tra gli animali presenti daini, testuggine comune, istrici, volpi e gufi e, ovviamente, numerose specie di uccelli acquatici che frequentano abitualmente i canali di bonifica.

E nel corso del 2021 l’Oasi ospita l’interessante mostra “Dinosauri in carne ed ossa” dove adulti e bambini potranno passeggiare per l’Oasi incontrando riproduzioni realistiche e a grandezza naturale dei principali dinosauri che solcavano la nostra terra.

Un incontro emozionante per i più piccoli ma anche molto istruttivo (dal sito https://www.dinosauricarneossa.it/fiumicino/ ),

un’esperienza suggestiva che ci aiuta a riflettere sulla caduta dell’asteroide che ha provocato la scomparsa dei dinosauri mesozoici e sull’impatto spesso negativo che l’uomo ha sulla natura.

E tu, puoi sopravvivere a un’estinzione di massa?

Uno sparuto gruppo di sopravvissuti alle grandi estinzioni ha dato vita a diverse specie di animali che hanno dominato la Terra alternandosi e diversificandosi: la mostra racconta la Vita dal tempo dei dinosauri sino ai giorni nostri.

LE VASCHE DI MACCARESE

Maccarese tanks despite a man-made environment have a rich biodiversity with over 100 plant species. It is possible to identify four distinct vegetation zones: the aquatic vegetation; the bands (Eucalypt tree farmEucalyptus globulus, Eucalyptus camaldulensis); the canneto Phragmites australis (Marsh straw) with the beautiful yellow iris (IRIS pseudoacorus); the meadows, along the paths which divide the bathtubs, characterized by substantial blooms as Narcissus (Narcissus tazetta), Orchis laxiflora cengio (springs andAbutilon theophrasti). Extensive patches of Bramble (Rubus fruticosus).

Maccarese tanks thanks to surprising naturalness attained have become a vital wintering and stopover point for many species of birds. There are year-round moorhens, Mallard, coots and grebes; during the winter you can see various species of ducks as shelducks, teals, gadwalls, tufted ducks, pintails, pochards, shovelers; many cormorants as evidence of plenty of fish. The herons are represented by white herons, egrets, herons and cattle egrets; It is easy to find and watch kingfishers, Bitterns (Botaurus stellaris) and sailing (Marsh HawkCircus aeruginosusorder hunting.) In spring increases the chance of seeing birds "to step" as the Knight of Italy (Himantopus himantopus) and the Purple Heron (Ardea purpurea). In autumn it is the Osprey (Pandion haliaetus) the protagonist intent on capturing the many fish present in the tanks.

Scopri di più visitando questa pagina.


SPIAGGE

Con i suoi oltre 30 km di costa, Fiumicino è il luogo ideale per chi ama il mare, la spiaggia e i paesaggi marini.

Ogni località ha una sua peculiarità, storia e cultura. Facciamo una breve panoramica delle bellissime spiagge della nostra città.

FIUMICINO E ISOLA SACRA

Tra piccole spiagge, bilancioni e tramonti mozzafiato Fiumicino e Isola Sacra offrono a chi la visita paesaggi suggestivi e romantici.

FREGENE E MACCARESE

Fregene è la regina incostrata della movida estiva, luogo della Dolce Vita e rifugio estivo per i tanti. cittadini che amano grandi spazi aperti, tramonti sul mare e verde e natura.

Inoltre Maccarese è un piccolo paradiso per gli amanti del surf e kite grazie alle condizioni climatiche particolarmente orientate a questi tipi di sport.

PASSSOSCURO E PALIDORO

Passoscuro è un piccolo borgo marinaro, un gioiello che custodisce alcune perle:
delle ampie spiagge con splendide dune, visitabili tramite delle belle passerelle rialzate in legno, custodendone quindi la loro integrità, e i colorati murales che abbelliscono e impreziosiscono il borgo. Merita senz’altro una visita.

SPA e RESORT

Fiumicino offre anche angoli di relax e benessere davvero suggestivi e di qualità per chi ha bisogno di un momento di svago e di coccole tutte per sè.

Vi parleremo di 3 luoghi da visitare ma sappiate che ve ne sono molti altri, c’è solo l’imbarazzo della scelta.

QC TERMEROMA

Iniziamo da QC Termeroma, un resort suggestivo e di elevata qualità.


Si dorme in cinquanta stanze immerse nella natura con verde a perdita d’occhio e il cinguettio degli uccelli a fare da contorno. Ci si rilassa nella grande spa sotterranea realizzata nella parte storica: dove un tempo c’era l’antica “caciara” per l’affinamento del formaggio oggi si passa da un percorso Kneipp alle vasche sensoriali, dalla sauna al bagno turco o alla doccia emozionale, mentre all’aperto ci si tuffa in piscina o ci si concede un idromassaggio.

Una dritta? Da ottobre in poi proprio accanto all’hotel riprendono le visite il giovedì e la domenica all’OASI di Porto, una bellissima riserva ambientale con grande lago e oltre 130 tipologie di uccelli migratori tra aironi cenerini, folaghe o cormorani. È una visita molto interessante da fare anche con i bambini al seguito perché la zona si ammira salendo a bordo di carrozze d’epoca trainate da cavalli. E c’è pure un’interessante lezione didattica tenuta da guide ambientali specializzate a bordo lago (da ottobre a giugno: giovedì e domenica 10-16, ingresso 12 euro adulti, bambini fino ai 5 anni gratuito, fino ai 10 anni 3 euro, fino ai 18 anni 8 euro, info tel.06.58.80.880, oasidiporto.it). (fonte: https://viaggi.corriere.it/itinerari-e-luoghi/qc-terme-roma-una-day-spa-tra-i-casali/)

PORTO ROMANO – THE MARINA RESORT

E per chi ama relax, mare e resort ecco che Fiumicino ospita uno dei Marina resort più belli d’Italia.

Porto Romano - The Marina Resort, Fiumicino – Prezzi aggiornati per il 2021

Il fiore all’occhiello che eleva per bellezza Porto Romano è il nuovo ed esclusivo Resort&Spa, una vera oasi rigenerante: suite di un lusso raffinato ricche di comfort & tecnologia; boccate di benessere tra sauna, bagno turco, palestra, 4000mq di palme, ulivi e una superba piscina; sapori e atmosfere allo storico ristorante Gina piatti marinari e vele.

Oltre alla grande piscina esterna ed alla palestra Technogym, il resort offre anche spazi relax e spa ai suoi ospiti: dopo l’attività fisica o indipendentemente da essa l’invito è sciogliere le tensioni e i muscoli grazie al calore della sauna finlandese o a purificare la cute e il respiro grazie al vapore e alle essenze del bagno turco; è sempre buona regola concludere abbandonandosi in uno dei lettini, coccolati da rilassanti note musicali e sorseggiando qualche bevanda reintegrante offerta dalla casa.

APRHODITE RIVER SPA

Percorso Spa di coppia esclusivo - Aphrodite River Spa | Groupon

Ed infine eccoci giunti alla suggestiva e accogliente Aphrodite River SPA, ospitata presso i locali della famosa Marina Nautilus proprio accanto al prestigioso ristorante 4112 dello Chef Lele Usai.
La particolarità di questa SPA è che è una private SPA, cioè una SPA privata prenotabile per passare momenti di relax e intimità con la persona che si ama o con un’amica speciale.

Aphrodite River Spa, l’esclusiva beauty, immersa in un oasi di pace, contornata da barche ormeggiate sulla riva del fiume Tevere, a pochi passi dal mare.
Il posto ideale per il benessere e la cura del corpo.
Aphrodite River Spa propone una ricca varieta’ di trattamenti eseguiti da professionisti altamente qualificati.
A disposizione degli Ospiti una Private Spa, sauna finlandese, vasca idromassaggio, doccia emozionale , area relax e un ricchissimo menu’ di ” rituali” per viso e corpo.
E dopo una rilassante SPA potrete prenotare un tavolo presso il ristorante 4112 cosi da completare la giornata in relax e gusto.

Condividi!

X